30.11.2015 | Terzo giorno fra divertimento e regali…

…pubblico ed espositori confermano il successo della formula. 
Bambini con gli occhi spalancati davanti al palco dove si susseguono senza sosta gli spettacoli, ma anche indaffarati nelle attività proposte dai laboratori creativi, o ancora in fila con mamma e papà per arrivare fra le braccia di Babbo Natale, musica, mascotte che giocano coi più piccoli, genitori attenti agli incontri pedagogici organizzati dai professionisti dell’infanzia, famiglie in esplorazione fra gli stand alla ricerca del regalo giusto al giusto prezzo, è un flusso ininterrotto di persone quello che si riversa fra le corsie del padiglione che ospita il Carrara Christmas Village, al terzo giorno di apertura.
Sono moltissime le opportunità di acquisti per tutti i gusti e tutte le tasche che coprono un ampio range di prodotti, dalle specialità gastronomiche (piatti tipici, vini, liquori, formaggi, caffé pregiati, birra artigianale solo per citarne alcuni) all’oggettistica artigianale in legno, ceramica e materiali riciclati, dall’abbigliamento alle calzature per bambini e adulti, comprese le scarpe fatte a mano e le pellicce, dai prodotti cosmetici agli accessori per chi vuole conoscere tutti i trend in campo moda e bellezza fino ai libri che aiutano a crescere, e poi borse e valige, tricicli macchinine e biciclette, palloncini e cartoleria, immancabilmente alberi di Natale di tutte le misure, piante e fiori in distese coloratissime e, naturalmente giochi e giocattoli inclusi modellini e droni di ogni tipo e prezzo, da quelli amatoriali fino ai più sofisticati per uso professionale. C’è davvero tanto da guardare e scegliere passeggiando fra gli stand, e colpisce l’alto livello qualitativo sia della presentazione che degli articoli in vendita.
Secondo le osservazioni di Claudia Rinaldi “C’è stato un buon afflusso di pubblico fin dal primo giorno, cosa da non dare per scontata, e penso che questa sia la formula giusta per dare ai negozi del nostro territorio la possibilità non solo di vendere, ma soprattutto di farsi conoscere. Certo, qua da me hanno successo in particolare gli articoli dedicati ai bimbi come zainetti ed ombrellini decorati con le loro mascotte preferite, ma sono certa che avrò l’opportunità di far conoscere il mio negozio a nuovi clienti e mi piace molto questa sorta di “outlet” che si presenta agli occhi dei visitatori, grazie anche all’ottimo livello qualitativo dei partecipanti
Ben azzeccata la formula “bimbi, intrattenimento e shopping” anche nelle parole di Mattia Mastromirko che dal 1968 produce calzature artigianali in vera pelle totalmente fatte a mano e dal design esclusivo a prezzi davvero eccezionali, considerando che sono tutti pezzi unici.
Ragaglini Daniela sorride all’interno del suo curatissimo stand allestito in modo che sia anche possibile provare gli articoli di abbigliamento in vendita dicendosi soddisfatta di aver partecipato“Qualunque sia il risultato finale – spiega – sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla qualità che c’è in fiera: trovo che questa sia un’ottima occasione per farsi conoscere e promuovere la propria attività nonostante i tempi difficili, dato che c’è davvero un ottimo afflusso di pubblico.
Per non dimenticare anche la qualità del gusto nel vero senso della parola, quello per il cibo,Adriano Pellizzi presenta con giusto orgoglio le sue specialità calabresi fra cui la “‘Nduia” un condimento a base di salame e peperoncino, le cipolle di Tropea ripiene e vari altri prodotti tutti rigorosamente artigianali, non solo calabresi come tiene a specificare perché “Non a tutti piace il peperoncino, qualcuno teme che abbiamo solo prodotti piccanti, ma non è così!”
Passeggiando fra le corsie si attraversano anche gradevolissimi profumi, non solo quelli di popcorn, bomboloni, cioccolate, fritti e formaggi, ma anche quelli particolarmente seducenti delle profumazioni per la casa proposte dalla linea Arché, tutte rigorosamente Made in Italy prodotte artigianalmente ad Ortonovo (La Spezia) in una marea di fragranze di lunga durata, data la scarsità di alcool utilizzato.
Molte, ovviamente, anche le decorazioni natalizie, fra le tante Piera Distratis ne presenta di bellissime in legno, per un ritorno alla tradizione e ai materiali naturali forse un po’ dimenticati in un mondo sempre più sintetico e seriale.
In breve, c’è ancora tempo oggi per passare una domenica in cui l’unico obbligo sarà quello di far scegliere ai bambini come divertirsi, date le moltissime opportunità proposte – compreso il Luna Park a “prezzo fiera” – e per anticiparsi sui regali di Natale in un’atmosfera di relax e di allegria per tutta la famiglia.

 

 

Carrara Christmas Village è organizzato da CarraraFiere, con il supporto di CCIAA Massa-Carrara e Comune di Carrara, il patrocinio di Regione Toscana, Comune di Carrara, CCIAA Massa-Carrara, CONI Toscana, Fondazione Nazionale Carlo Collodi

 

Info utili: Carrara Christamas Village sarà aperta da giovedì 26 a domenica 29 novembre; orari: giovedì e venerdì 15.00-20.00 – sabato 10.00-22.00 – domenica 10:00-20:00 – Ingresso gratuito – sede: Complesso fieristico, accesso dall’ingresso n. 5, Via Maestri del Marmo, Marina di Carrara.

————————————-
Uff. Comunicazione CarraraFiere –
Gabriella Monti (g.monti@carrarafiere.it) Tel. diretto 0585 1812454
Responsabile Laura Malavolta (l.malavolta @carrarafiere.it)